L' Amore con l'Amore si paga

Foto racconto dell'esperienza

 

Questa la rotta, questa la decisione - corso giovani

Abbiamo concluso solo qualche giorno fa il corso con i giovani nella nostra fraternità. Ventiquattro giovani si sono aperti alle domande che muovono il cuore per orientarsi sulla strada della vita e delle decisioni da prendere.
Ad accompagnare questi giorni due amici speciali della fraternità don Carlo e suor Sandra.
Un avventura speciale quella di questi giorni e queste notti dove la creatività, la concretezza, l'amicizia hanno trovato spazio nelle scelte di questi ragazzi. I giovani sono il presente. Noi ci crediamo. Ancora una volta Il porto di terra si fa casa, affetto e pane per tutte le nuove generazioni e le invita ad abitare la vita.

 

Ho contato i miei anni
"Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da qui in avanti di quanto non ne abbia già vissuto.
Mi sento come quel bambino che ha vinto una confezione di caramelle e le prime le ha mangiate velocemente, ma quando si è accorto che ne rimanevano poche ha iniziato ad assaporarle con calma.
Ormai non ho tempo per riunioni interminabili, dove si discute di statuti, norme, procedure e regole interne, sapendo che non si combinerà niente…
Ormai non ho tempo per sopportare persone assurde che nonostante la loro età anagrafica, non sono cresciute.
Ormai non ho tempo per trattare con la mediocrità. Non voglio esserci in riunioni dove sfilano persone gonfie di ego.
Non tollero i manipolatori e gli opportunisti. Mi danno fastidio gli invidiosi, che cercano di screditare quelli più capaci, per appropriarsi dei loro posti, talenti e risultati.
Odio, se mi capita di assistere, i difetti che genera la lotta per un incarico maestoso. Le persone non discutono di contenuti, a malapena dei titoli.
Il mio tempo è troppo scarso per discutere di titoli.
Voglio l’essenza, la mia anima ha fretta…
Senza troppe caramelle nella confezione…
Voglio vivere accanto a della gente umana, molto umana.
Che sappia sorridere dei propri errori.
Che non si gonfi di vittorie.
Che non si consideri eletta, prima ancora di esserlo.
Che non sfugga alle proprie responsabilità.
Che difenda la dignità umana e che desideri soltanto essere dalla parte della verità e l’onestà.
L’essenziale è ciò che fa sì che la vita valga la pena di essere vissuta.
Voglio circondarmi di gente che sappia arrivare al cuore delle persone…
Gente alla quale i duri colpi della vita, hanno insegnato a crescere con sottili tocchi nell’anima.
Sì… ho fretta… di vivere con intensità, che solo la maturità mi può dare.
Pretendo di non sprecare nemmeno una caramella di quelle che mi rimangono…
Sono sicuro che saranno più squisite di quelle che ho mangiato finora.
Il mio obiettivo è arrivare alla fine soddisfatto e in pace con i miei cari e con la mia coscienza. Spero che anche il tuo lo sia, perché in un modo o nell’altro ci arriverai…”

MARIO ANDRADE – Poeta, romanziere, saggista e musicologo brasiliano
Una Combattiva Tenerezza
Il sogno produce la realtà

quasi pronti la prima parte dei nuovi spazi della fraternità

Siamo davvero contenti che tra poco potremmo condividere con tutti voi i nuovi spazi della fraternità del monastero. Saranno pronte le stanze per accogliere chiunque voglia vivere e conoscere la nostra esperienza, finalmente potremmo accogliere le tantissime richieste per momenti di spiritualità e condivisione, sarà pronto uno spazio di preghiera "la tenda e il deserto", la stanza dedicata al gruppo Nain e una stanza per i corsi.
I nostri amici operai ce la stanno mettendo tutta. E noi tutti li accompagnamo con la preghiera e l' entusiasmo di sempre, pronti con lo stile della fraternità ad abitare i nuovi spazi, col cuore del gratuito e del volontariato, della provvidenza e dell'accoglienza evangelica. Senza mai perdere di vista l' essenziale, la carità e la sobrietà.

 

Parlami
Parlami. Uno dei desideri più veri difficilmente espressi da noi esseri umani. Lo chiediamo spesso dentro di noi, spesso lo reprimiamo, spesso lo accantoniamo, a volte lo tiriamo fuori, con la sorpresa che le cose sono molto più semplici di quanto noi crediamo. Ma noi umani siamo complicati. Anzi ci complichiamo.
Parlami. Quante volte avremmo voluto che Dio ci parlasse, che un amico ci dicesse, che l’amata ci sussurrasse, che il figlio si aprisse. Quante volte avremmo voluto pronunciare, gridare, cantare, suonare questa parola: PARLAMI.
Parlami. Perché non conosciamo altro modo per arrivare al cuore, per far vibrare lo spirito, per sentire la risposta che viene dal Vento.
Parlami. Perché noi Suonifuorilemura. Umani. Musicanti. Amici. Cercatori. Complicati. Naviganti. Incredibili. Proviamo a vivere!
Parlami. Perché le parole hanno un senso. Perché le parole sono pericolose e meravigliose. Perché le parole si ascoltano in silenzio. Perché le parole portano lontano e ti fanno sentire schiacciato a terra. Perché le parole segnano le mani. Perché le parole sono flatus vocis e rimangono dentro. Perché le parole fanno male e fanno bene, liberano e imprigionano, ammazzano e resuscitano.



Parlami - il testo

 

Laboratorio Kenosi

Un nuovo spazio di creatività per la nostra fraternità. Tra gli ulivi e l'agrumeto nasce una piccola casa, laboratorio di fantasia e di manualità. Uno spazio di contemplazione e di lavoro.
Kenosi
il suo nome: abbassamento, spogliazione, svuotamento. "Cristo non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza a Dio ma spogliò se stesso, fino ad assumere la condizione di servo". Abbiamo tutti necessità di spogliarci del superfluo, dell'inutile, di ciò che ingombra la nostra vita. Solo le mani possono aiutarci in questo cammino interno.
É in questo piccolo laboratorio che il nostro don Francesco prova a cogliere i segni del Creatore nelle pietre e nel legno per riportarle alla loro bellezza originaria. Le icone sparse in tutto il monastero vogliono essere essenziali, nude, semplici; che ci riportino alla bellezza di Dio. É qui nel nostro laboratorio continueremo a ridarle a Dio. Raccogliere gli scarti per ridargli dignità. Custodire gli elementi primari di una vita che ha bisogno di vita. "É uno spazio che desideravo da tempo, l' ho atteso come si attende una nascita o un amico che scende dal treno dopo un lungo viaggio. Ho bisogno di calli alle mani per dare forza a chi incrocia la mia piccola vita. Ho necessità di provare, di sperimentare, di inventare arte. Non importa se il risultato sia ottimo, importa togliere l'imbarazzo e la vergogna, importa rischiare la bellezza...il resto va da sé. C'è tanta bellezza nel mondo che va solo accolta e gettata di nuovo nel mondo. Un laboratorio dove far accorgere agli altri che si può. Si può osare la bellezza." Queste le parole di don Fra.

 

 




 

Secondo Corso

18 - 20 settembre

info

     
 

Veglia del Monastero

25 settembre
ore 21

     
 

Incontro volontari

27 settembre
ore 11

     
 

 

     
 

 

     
 

 

     
 

 

   
   

 

 

Nome e Cognome:
Email:
La raccolta ed il trattamento dei dati personali saranno effettuati solo per l'iscrizione alla newsletter ed in accordo con l’art. 13 D.Lgs 196/2003. Nessuna informazione personale sarà pubblicata in alcuna circostanza o trasferita in nessun modo e sarà cancellata non appena non sarà necessaria.
 

 

 

 

file scaricabili per restare con noi


 
 
Podcast - I nostri incontri
da ascoltare e scaricare

 

 

 

 

 
 

 

 

 



Fraternità Monastero San Magno
Via Valle Vigne - 04022 Fondi (Lt)